Communication Research n 2.15 – Rivista Online, Magazine for Human Potential, Coaching, Leadership and Personal Growth

Comunicazione, Marketing, VenditaMotivazione, potenziale umano, crescita personaleFormazione, Coaching, Counseling, Master in Coaching

New: Articles in English

Articoli Recenti sullo Sviluppo Personale

Iniziative di Formazione

Articoli Recenti di Psicologia del Marketing e Comunicazione

Gli articoli più letti

Benessere

Area Potenziale Umano

Top Articoli sulla Formazione e Leadership dei Team

bruce lee 1

Articoli precedenti

Crescita Personale, articoli in evidenza: i post più letti del semestre

Articoli: Area Marketing & Sales

daniele-massacarrara-conferenza-stati-umorali

Una serie di articoli che derivano dalla cultura delle Arti Marziali ma parlano a chiunque sia alla ricerca del miglioramento di sè e degli altri

Video

Un video nel quale osservare gli occhi di una campionessa mentre si allena, il suo impegno, la sua dedizione, il suo ascolto attento che fanno di lei una Persona ancora prima che una atleta.

E qui, un video per vedere come il mondo sta andando avanti mentre la zona Euro sta ferma e soffoca, grazie alla nostra splendida moneta che sta uccidendo l’economia. Questo è il resto del mondo per chi vuole vederlo

Redazione a cura di Medialab Research

Contatti con il Direttore e Curatore, dott. Daniele Trevisani:

  1. Sito web Studio Trevisani Coaching, Potenziale Umano e  Formazione, contenente indirizzo email
  2. Linkedin: http://www.linkedin.com/in/danieletrevisani
  3. Pagina dedicata Facebook http://www.facebook.com/humanpotentialcoaching

Redazione a cura di Medialab Research

Per segnalare ad un amico o collega la possibilità di ricevere gratuitamente la rivista clic qui

Communication Research. Rivista di Psicologia e Coaching, Comunicazione e Formazione e Strategia

gandhi_motivationWTA-Coach-DAVIDE-CARLI3ragazza che balla

Eventi

Salute

   Coaching e Crescita Personale

Riflessioni sulla Formazione e Coaching

galassi_2galassi02sub

Servizi per l’Innovazione e concept per la formazione in Marketing Umanistico  e Vendita Consulenziale

Recensioni e libri consigliati

  • Appena uscito, il libro “Personal Energy”. Disponibile in tutte le migliori librerie e con numerose schede che verranno progressivamente inserite nella rivista

 

ed inoltre…

  • Immancabile, il “Trovalibri“. Rimane, visto il grande interesse, il form di ricerca sull’intero catalogo di IBS, per tema o autore (clic sull’immagine per aprire la pagina di ricerca)

Selezione dei post più letti nel 2012

Articoli: Top Posts sul Potenziale Umano

Articoli: Crescita Personale, articoli in evidenza: i post più letti del semestre

Articoli: Area Marketing & Sales

Articoli: Classifica generale Top Articoli e Pagine

Redazione a cura di Medialab Research

Contatti con il Direttore:

  1. Sito web Studio Trevisani Coaching, Potenziale Umano e  Formazione contenente indirizzo email
  2. Linkedin: http://www.linkedin.com/in/danieletrevisani

Rivista CR n. 2-2013 Formazione e Comunicazione, Psicologia e Strategia, Benessere e Crescita Personale

Nature 1  Nature 3

Top Articoli – Area formazione e Potenziale Umano

Le Categorie più lette del mese

Topic
crescita personale
psicologia
formazione
anteprime e anticipazioni
strategia
benessere
management
Comunicazione
Coaching del Potenziale Personale

Buona lettura…. e una piccola citazione…

Che stupidi che siamo,

quanti inviti respinti, quanti…

quante frasi non dette,

quanti sguardi non ricambiati…

tante volte la vita ci passa accanto

e noi non ce ne accorgiamo nemmeno.

dal film “Le fate ignoranti” di Ferzan Ozpetek

Un grande augurio per una nuova era ricca di esperienze positive
dott. Daniele Trevisani
  • Per segnalare ad un amico o collega la possibilità di ricevere gratuitamente la rivista clic qui

Redazione a cura di Medialab Research

Contatti con il Direttore:

  1. Sito web Studio Trevisani Coaching, Potenziale Umano e  Formazione contenente indirizzo email
  2. Facebook –  http://www.facebook.com/dr.daniele.trevisani
  3. Linkedin: http://www.linkedin.com/in/danieletrevisani
  4. Pagina dedicata http://www.facebook.com/humanpotentialcoaching

Rivista CR n. 1-2013 Formazione e Comunicazione, Psicologia e Strategia, Benessere e Crescita Personale

1783861energie mentaliP051A029

Speciale: Servizio Cerca Libri

Il “Trovalibri“. Rimane, visto il grande interesse, il form di ricerca sull’intero catalogo di IBS, per tema o autore (clic sull’immagine per aprire la pagina di ricerca)

Nuovi materiali: schede gratuite dal cap. 1 del volume”Personal Energy“, Franco Angeli editore, novità 2013

Benessere

Relazioni umane e professionali

daniele-massacarrara-conferenza-stati-umorali

Articoli precedenti

Articoli di Strategic Selling

Top Articoli  e Risorse per la Crescita Personale e Potenziale Umano

Formazione e Leadership dei Team

Articoli di Strategia

bruce lee 1

Crescita Personale, articoli in evidenza: i post più letti del semestre

Articoli: Area Marketing & Sales

Una serie di articoli che derivano dalla cultura delle Arti Marziali ma parlano a chiunque sia alla ricerca del miglioramento di sè e degli altri

Redazione a cura di Medialab Research

Contatti con il Direttore e Curatore, dott. Daniele Trevisani:

  1. Sito web Studio Trevisani Coaching, Potenziale Umano e  Formazione contenente indirizzo email
  2. Facebook –  http://www.facebook.com/dr.daniele.trevisani
  3. Linkedin: http://www.linkedin.com/in/danieletrevisani
  4. Pagina dedicata http://www.facebook.com/humanpotentialcoaching

Redazione a cura di Medialab Research

Per segnalare ad un amico o collega la possibilità di ricevere gratuitamente la rivista clic qui

Rivista CR n. 5-2012 Risorse di Formazione, Apprendimento, Sviluppo Personale, Leadership, Strategia

P052A008motivationflickr-268526848-hdSpeciale: Servizio Cerca Libri

Il “Trovalibri“. In esclusiva per i lettori della rivista, un form di ricerca sull’intero catalogo di IBS, per tema o autore (clic sull’immagine per aprire la pagina di ricerca)

Crescita Personale: anteprime dal libro”Personal Energy“, Franco Angeli editore

Benessere

Iniziative di Formazione

Articoli di Strategic Selling

Top Articoli  e Risorse per la Crescita Personale e Potenziale Umano

Top Articoli sulla Formazione e Leadership dei Team

Articoli di Strategia

bruce lee 1

Articoli precedenti

Crescita Personale, articoli in evidenza: i post più letti del semestre

Articoli: Area Marketing & Sales

daniele-massacarrara-conferenza-stati-umorali

Una serie di articoli che derivano dalla cultura delle Arti Marziali ma parlano a chiunque sia alla ricerca del miglioramento di sè e degli altri

Redazione a cura di Medialab Research

Contatti con il Direttore e Curatore, dott. Daniele Trevisani:

  1. Sito web Studio Trevisani Coaching, Potenziale Umano e  Formazione contenente indirizzo email
  2. Facebook –  http://www.facebook.com/dr.daniele.trevisani
  3. Linkedin: http://www.linkedin.com/in/danieletrevisani
  4. Pagina dedicata http://www.facebook.com/humanpotentialcoaching

Redazione a cura di Medialab Research

Per segnalare ad un amico o collega la possibilità di ricevere gratuitamente la rivista clic qui

Valore Totale e segmenti di valore

Valore totale percepito (VTP) e segmenti di valore (SV)

Copyright dott. Daniele Trevisani, dal volume “Strategic Selling”, Franco Angeli, Milano.

______________

I tanti perché di un approccio consulenziale nella vendita e nella negoziazioneLa drammaturgia della vendita consulenziale, i suoi rituali di interazione: copioni, maschere, personaggi

Uno dei passaggi più critici nella preparazione negoziale è comprendere come si forma il possibile valore totale percepito (VTP), sommatoria di vari segmenti di valore (SV).

Il valore percettivo, nel metodo ALM, viene considerato come una sommatoria di credenze positive, che si addizionano nella mente dell’acqui­rente mentre valuta le proposte o condizioni.

Le caratteristiche distintive dell’offerta sono una combinazione di segmenti di valore che formano il valore complessivo. Ad esempio, un’im­presa chimica che negozia una gomma speciale fonoassorbente con un produttore di auto, può creare valore percepito adducendo:

–       il valore dell’unicità: essere i primi a disporre di tale tecnologia;

–       il valore della rapidità: essere tra i pochi a poter consegnare il prodotto in tempo per il lancio dei nuovi modelli di auto sui quali si potrebbe applicare;

–       il valore della ricerca e sviluppo: poter realizzare varianti su richiesta della ditta costruttrice, a seconda delle aree di utilizzo (assorbimento del rumore degli interni, del motore, ecc.);

–       il valore dell’affidabilità: dare garanzie di poter consegnare i volumi previsti poiché si è produttori diretti e non semplici distributori del prodotto;

–       … altri valori identificabili da una analisi accurata.

La sommatoria di tali valori potenziali o segmenti di valore (SV) crea il valore percepibile totale. Il valore “percepibile” non verrà però colto nella realtà, se non si crea una comunicazione adeguata.

Soprattutto, ciascuna caratteristica dell’offerta diventa valore solo ed unicamente se la diagnosi è adeguata. In caso contrario, l’informazione che non tocca la mappa mentale del cliente passa da valore a rumore (noise).

Principio 6 – Valore Totale Percepito (VPT) come sommatoria di Segmenti di Valore (SV)

Il successo della negoziazione dipende:

  • dal valore totale percepito nella controparte rispetto alla nostra identità e alle nostre possibilità di intervento;
  • dalla capacità di costruire, far emergere ed essere consapevoli dei Segmenti di Valore (SV) che compongono la propria offerta;
  • dalla capacità di trasferire i SV all’interlocutore durante la comunicazione;
  • dalla capacità di creare fitting (adattamento, centratura) tra i segmenti di valore offerti e i bisogni della controparte che emergono dalla diagnosi.

Il negoziatore dovrà quindi essere estremamente attento a testare il grado di fitting tra i Segmenti di Valore proposti (ciò che propone) e ciò che nella mente del cliente è realmente importante, centrando le Key Variables (variabili valutative critiche).

Come abbiamo già espresso nel volume ALM3[1], ogni acquirente utilizza variabili critiche (Key Variables) che influenzano il processo decisionale:

Il prodotto osservato viene comparato con un’immagine mentale del prodotto ideale, e con altri possibili prodotti L’azienda consapevole dei processi mentali del cliente sa investire nelle variabili più “pesanti”, quelle che producono effetti, e non dà priorità a variabili che il consumatore non utilizza o utilizza poco nelle proprie scelte.

Nel volume Comportamento d’acquisto e Comunicazione Strategica ho trattato dettagliatamente alcuni dei modelli di ragionamento mentale del cliente, che qui accennerò solo brevemente:

  • metodo dei punteggi semplici: creazione di una “pagella” di prodotto in cui le proposte alternative vengono soppesate e valutate;
  • metodo sottrattivo: valutazione degli scostamenti tra la proposta offerta e il prodotto/servizio ideale;
  • metodo moltiplicativo: ponderazione tra “pagella” di prodotto e importanza (peso) di ciascuna variabile;
  • metodi di calcolo mentale compensativi: modalità di ragionamento in cui una caratteristica positiva può compensare una caratteristica negativa;
  • metodi di calcolo mentale discriminanti (pass or fail): metodi di ragionamento del cliente in cui vengono fissati alcuni punti cardine imprescindibili e soglie al disotto delle quali non è possibile andare.

I diversi metodi si ritrovano sia nelle decisioni individuali del consumatore che nelle decisioni di acquisto aziendale, e rimandiamo al volume Psicologia di marketing e comunicazione[2] per ulteriori approfondimenti.


[1] Trevisani D. (2003), Comportamento d’acquisto e comunicazione strategica, Milano, FrancoAngeli.

[2] Op. cit.

__________________

Copyright dott. Daniele Trevisani, dal volume “Strategic Selling”, Franco Angeli, Milano.

Servizio Cerca Libri

Clicca sull’immagine del form per andare direttamente alla pagina corrispondente di ricerca libri e scansionare l’intero catalogo di IBS

Redazione a cura di Medialab Research

Contatti con il Direttore e Curatore, dott. Daniele Trevisani:

  1. Sito web Studio Trevisani Coaching, Potenziale Umano e  Formazione
  2. Facebook –  http://www.facebook.com/dr.daniele.trevisani
  3. Linkedin: http://www.linkedin.com/in/danieletrevisani
  4. Pagina dedicata https://www.facebook.com/humanpotentialcoaching

Se trovi utili questi contenuti puoi supportare la divulgazione della rivista o segnalarla ad amici o colleghi che tu ritieni la possano apprezzare:

Quando tutta l’organizzazione lavora verso un unico obiettivo

Integrazione competitiva

Articolo dal volume Competitività Aziendale, Personale, Organizzativa. Strumenti di Sviluppo e Creazione del Valore. Franco Angeli editore, Milano.

________________

Siamo in un grande gioco. Il tiro alla fune. Cosa succede se qualcuno tira dalla parte sbagliata?

Uno dei principali segreti della competitività è rappresentato dall’adozione del management integrato.

Cosa si intende per management “integrato”? Nel metodo ALM, viene messo in pratica un principio basilare: le aree e le funzioni aziendali non esistono per se stesse – sono strumenti per raggiungere la missione aziendale (azione sul consumatore) e risultati economici (obiettivi finanziari). Le aziende che operano per obiettivi settoriali sono limitate: ciascuna area aziendale agisce per il proprio potere, perdendo di vista la vera ragione per cui essa esiste.

Per essere competitiva, l’azienda necessita di aree collaborative, sinergiche, con raccordo operativo elevato, in grado di sviluppare linee di azione autonoma su una base culturale comune. Al crescere dell’integrazione e della comprensione interna tra i membri di una organizzazione, i processi decisionali diventano più rapidi, le scelte meno dispersive e le strategie più focalizzate. La conoscenza reciproca e valori comuni sono tra i primi elementi veri del vantaggio competitivo.

La mancanza di coordinazione aziendale genera inefficienza e pessimi risultati. Come un corpo che muova scoordinatamente braccia e gambe, l’azienda che non crea sinergia rimarrà bloccata al palo. Come un’auto in cui le ruote sterzino in direzioni opposte, l’azienda che non opera in modalità integrata richiederà enormi sforzi di riallineamento.

Lo sviluppo competitivo richiede innanzi tutto il superare le divisioni, fissando punti fermi per ispirare il management ad una linea comune. Questo richiede focalizzare qualità e marketing, controllo di gestione e acquisti, risorse umane e comunicazione aziendale verso un unico obiettivo: la mission aziendale.

Il ruolo guida della missione costituisce uno dei punti fermi del metodo ALM. Ogni azione, ogni risultato, ogni sforzo, ogni proposta, hanno senso solo se contribuiscono al raggiungimento della mission.

_______

Copyright. Articolo dal volume Competitività Aziendale, Personale, Organizzativa. Strumenti di Sviluppo e Creazione del Valore. Franco Angeli editore, Milano.