Deep Coaching e Personal Training. Principi di un approccio diretto al massimo potenziale del cliente

Copyright. Articolo in anteprima dal libro Deep Coaching e Personal Training, casa editrice Il Campo, Bologna

Per ricevere notizie e aggiornamenti sull’uscita e altri articoli appena escono, dal blog https://studiotrevisani.it sulla destra, inserire la mail e fare clic sul pulsante sotto.

_______________

Il Deep Coaching è una forma di Coaching nella quale il lavoro allenante ha due caratteristiche molto importanti e distintive:

  1. Il lavoro riguarda sia il corpo che la mente, e quindi comprende sia attivazioni fisiche che training mentale. L’aspetto del training mentale viene trattato sia in sessioni speciali dedicate (con sessioni individuali o di gruppo), che con richiami costanti durante le fasi allenanti
  2. Il lavoro è non solo pratico e “agito” ma è accompagnato da una formazione della persona – che chiameremo cliente del coaching – e da un vero e proprio studio delle dinamiche che lo coinvolgono legate alla crescita, alla gestione dello stress positivo e negativo, ai meccanismi della crescita personale fisica e mentale (secondo l’obiettivo del coaching). In altre parole, la persona non solo “Fa” ma apprende, lungo il percorso, i principi e teorie che guidano il suo fare, per essere sempre più padrona e consapevole dei mezzi che usiamo, e arrivare a farli propri fino in fondo

Il metodo è il risultato di oltre 30 anni di pratica  in cui sono stati affrontati elementi di apprendimento di abilità molto pratiche (esempio, migliorare il gesto di un atleta in un dettaglio apparentemente minimale, ma significativo, come la posizione di un piede durante un gesto atletico, o la capacità di un manager nel fare un buon colloquio con il collaboratore) con una esplorazione profonda dei “costrutti mentali” personali del cliente che pratica il coaching e che sto seguendo, assieme alla formazione e al coaching tradizionali.

L’obiettivo è un’assimilazione ben diversa dal semplice “fare” o mettere in pratica un qualsiasi comportamento. Comprende un forte lavoro su di sè, sul piano psicologico, sul piano della propria formazione, dell’identità personale, della comunicazione intra-psichica, così come della comunicazione tra coach e allievo.

Il Deep Coaching può essere utilizzato ogni volta che si deve lavorare alla radice della persona e non solo sui suoi comportamenti apparenti, e quindi diventa essenziale per formare clienti esigenti, ma anche atleti professionisti, operatori e leader che operano con la volontà di diventare padroni di quanto fanno, Leader aziendali, manager di alto livello, persone che devono assumere forti responsabilità d’impresa o anche in ambito sociale.

Sul piano del fitness, il Deep Coaching genera persone in grado di padroneggiare tutte le variabili che li possono far crescere e migliorare, puntando ad arrivare ad un “percorso di ricerca si se stessi e delle proprie potenzialità” ben più alto e nobile del semplice allenarsi seguendo le istruzioni di qualcuno.

Tutte queste persone hanno in comune il fatto di dover conoscere molto bene come funzionano le proprie performance, quando e in che condizioni possono “incepparsi” e cosa le può far rallentare, come fare tesoro del proprio “sistema emotivo”, il sistema del proprio umore e motivazione, la propria personalità, come funzionano le loro mappe mentali, e se è il caso, modificarle in meglio, visto che il loro “funzionare bene” ha effetti a cascata su tante persone, da se stessi fino a decine di migliaia di persone e oltre.

Il Deep Coaching non opera sulle patologie mentali, ma sull’ottimizzazione e miglioramento degli stili di pensiero e di azione, per dare strumenti “profondi” a persone che devono agire su fronti importanti.

Si tratta di un obbligo morale e professionale, più che di una moda, e si oppone decisamente ad un coaching superficiale in stile “sei il migliore… se vuoi puoi… tutto è possibile”, e altri messaggi che hanno come solo scopo il “gonfiare”, un coaching che punta tutto sul “pompaggio della motivazione” ma poi, come un pallone gonfiato quando si svuota, genera un devastante un effetto di rimbalzo, in negativo, e la distruzione dell’autostima. La motivazione non solo svanisce, ma si creano danni che vanno rimediati da uno psicologi.

Il Deep Coaching è anche molto distante da una visione “medicalizzata” della persona. Si fa Deep Coaching per migliorarsi ed essere in grado di gestire sfide complesse che richiedono il nostro massimo potenziale, e questo non è da confondere con azioni su”malati” e “disturbi” da sanare.

Nel Deep Coaching non si cerca nessun aumento istantaneo di motivazione o potenza, ma una profonda comprensione di sè e della propria missione, identità e risorse, in un certo ambito di vita, il che produce una motivazione molto superiore e molto più persistente. Produce anche la “resilienza” necessaria a far fronte agli allenamenti quotidiani, fisici e mentali, e ai fallimenti inevitabili che accompagano le grandi imprese e le grandi azioni o le azioni che si protraggono e si spingono in territori di ricerca ed esplorazione.

Il Personal Training è un brano molto importante della “Galassia del Coaching”, tanto importante quanto sottovalutato nella sua complessità.

Il Personal Training, come dice il termine, ha obiettivi di “allenamento” della persona, storicamente ritrovabili in ambito sportivo. Tuttavia, la sua portata è ben più ampia.

Il Personal Training può riguardare

  • Il classico ambito sportivo, la ricerca di performance e miglioramento di sè come atleti, o un buon stato di forma fisica,
  • Il wellness, la perdita di peso mirata, la “remise en forme”. In questi ambiti un Personal Trainer è spesso necessità reale, perché un personal trainer veramente preparato può portare la persona la dove da sola o in gruppo non arriverebbe mai.
  • L’ambito manageriale, su competenze come parlare in pubblico, dirigere (leaership), tenere colloqui, negoziare e vendere, e altre competenze manageriali.
  • L’approccio di vita, sfociando in questo caso nel Life Coaching e in altre formule di Coaching Olistico, un coaching che prende in esame tanti aspetti della persona e opera con una grande varietà di strumenti.

Di qualsiasi ambito si tratti, la caratteristica del Personal Training è un approccio personalizzato e di una forte centratura sullo sviluppare, ottimizzare, allenare capacità pratiche unite ad atteggiamenti positivi.

Si tratta quindi di una forma di apprendimento personalizzato e guidato, in cui la persona viene letteralmente “accompagnata” in un percorso di formazione sui concetti che stanno alla base del lavoro allenante, assieme all’apprendimento di gesti, azioni, abilità operative, in una crescita basata su sessioni, incontri, cicli allenanti, lavoro sulle micro-competenze, studio e cicli di prova-errore-feedback-miglioramento.

Copyright. Articolo in anteprima dal libro Deep Coaching e Personal Training, casa editrice Il Campo, Bologna

Per ricevere notizie e aggiornamenti sull’uscita e altri articoli appena escono, dal blog https://studiotrevisani.it sulla destra, inserire la mail e fare clic sul pulsante sotto.

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...