…sino all'Alba…

funakoshi1

“… In quell’epoca mi sono allenato a un solo Kata per molti mesi,
e perfino per molti anni. Dovevo continuare, senza sapere per
quanto tempo, fino a che il mio maestro non diceva “Si”. E il
maestro non diceva mai “Si” prima che giungessi a qualcosa di
essenziale dissimulato nel Kata. Per questo la durezza
dell’allenamento è difficile da descrivere. Il maestro Asato non
mi toglieva mai gli occhi di dosso per tutto il tempo degli
allenamenti nel suo giardino. Era tuttavia già molto anziano…
Quando terminavo un Kata mi diceva solo “bene”, “si” o “ancora”,
senza mai un complimento. Dovevo solo continuare a ripetere senza
fine la stessa cosa, inzuppato di sudore. A fianco del maestro
seduto c’era sempre appoggiata una lampada a petrolio, il cui
chiarore pareva affievolirsi, e talvolta mi accadeva di non
percepirlo più a causa della fatica. L’allenamento proseguiva fino
all’alba…”

Gichin Funakoshi (1868 – 1957)
(G. Funakoshi, Il Karate, il mio stile di vita)

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...